Home

 


Petros Michalopoulos
Errore dell’arte
Romanzo
15×21 cm, 280 pp, Euro 20,00
ISBN 978-88-31285-12-4

Disponibile anche in formato digitale su più piattaforme

La vita è il risultato delle nostre scelte, ma anche dei nostri errori.
Il protagonista, giovane medico assistente, immagina un futuro possibile di amore e crescita.
Ma errori nell’affrontare alcuni momenti della vita stravolgeranno in un attimo la sua esistenza.
Fino all’incredibile sorprendente finale.

È un medico che scrive di un giovane medico e di un errore che il protagonista del romanzo pagherà caro.
Uno sbaglio che diventa anche “errore dell’arte della vita”.

Dario ha trentadue anni e una carriera promettente davanti a sé. Ama il proprio lavoro, lo esercita con passione, osserva come lo svolgono i propri colleghi. E intanto, con la sua particolare sensibilità, vive: esce con gli amici, frequenta la sua famiglia, abita la sua casa.
Un giorno conosce una ragazza e se ne innamora, ricambiato. La sua esistenza cambia, alcune cose accadono molto in fretta, Dario vive incertezze e paure ma continua ad andare avanti, a desiderare, ad amare. Una nuova vita si affaccia sulla sua.
Ma a seguito di un “errore dell’arte” tutto intorno a lui comincia a deformarsi, trasfigurando la gioia in dolore, la sicurezza in angoscia e trascinandolo verso un abisso di disperata impotenza. Dario vedrà davanti a sé un’unica via di fuga.

Spiega l’autore: “A volte, nella vita come nella professione, tutto si gioca in un attimo. Può capitare di sbagliare, senza volerlo, e in un istante si può precipitare in un vortice di dolore e impotenza, con la sensazione che non si possa più avere il controllo della propria esistenza”.

Errore dell’arte è un racconto avvincente, che procede con linearità, che permette al lettore di identificarsi e riconoscersi nei personaggi che lo animano. Fino all’inaspettato e crudo finale, in cui l’autore dà prova di saper sorprendere e stravolgere non solo la vita del proprio protagonista ma anche le emozioni del lettore.


Trentadue anni, medico. Una carriera promettente davanti, una famiglia unita dove regna l’armonia, una donna da amare e che lo ama, amici con cui condividere sogni e avventure.
Eppure la vita di Dario è appannata da un disagio impalpabile camuffato di leggerezza e troppo simile a una premonizione per essere ignorato. Piano piano tutto intorno al protagonista si deforma, trasfigurando la gioia in dolore, la sicurezza in angoscia e trascinandolo verso un abisso di disperata impotenza.
Non c’è che un’unica via di fuga.


Petros Michalopoulos
Madre ticinese e padre greco, ha studiato medicina all’università di Berna.
Pratica per cinque anni in vari reparti e ospedali del Canton Ticino come medico assistente e, per un periodo, come medico d’urgenza per il servizio ambulanze di Mendrisio e Chiasso.
Si specializza in dermatologia e venerologia e lavora per dieci anni presso il reparto di dermatologia dell’ospedale San Giovanni di Bellinzona, praticando anche in uno studio privato a Lugano.
Attualmente lavora alla Clinica Sant’Anna a Sorengo. Sposato e padre di una bambina, vive nel Malcantone. Errore dell’arte è il suo primo romanzo.


RECENSIONI/SEGNALAZIONI

© Pensieri accesi, 22.07.2021

Errore dell’arte, Petros Michalopoulos, Gabriele Capelli editore
di Ornella Ferrarini

Una vita narrata al contrario, dal momento della morte, in cui si spegne, ai ricordi dell’infanzia, ai mesi prima che tutto finisse. Un lungo flashback, raccontato in prima persona e con dovizia di particolari medici da Dario, 32 anni, di Bellinzona. Un ragazzo come tanti, infanzia felice, un fratello Manuele con cui è sempre andato d’accordo, genitori, ora invecchiati, ma sempre presenti, una famiglia stabile, scuole, studi, tutto bene, anche il lavoro. È anche prestante, la nonna lo chiama il bello del Malcantone, siamo in Canton Ticino.
Vacanze standard, o medio borghesi, come si direbbe, Santorini, Corsica, Sicilia, Sardegna.
Una ragazza, Sonia, bella, brava, comprensiva, rimasta incinta due mesi dopo il loro primo incontro.

Ecco forse Dario è uno dei tanti trentenni irrisolti, che si trovano di fronte a una responsabilità mai preventivata, diventare padre. Lui è abile nella tattica dello spezzatino, come diceva sua nonna, adorata: se lasci cuocere i problemi a fuoco lento, li lasci sobollire sotto il coperchio, alla fine si sciolgono come la carne.

E allora cosa è successo? La narrazione intimista diventa un noir, si gira pagina per capire cosa ha portato Dario a separarsi da una vita felice e da una carriera promettente. Dario è un giovane dottore che lavora in ospedale e l’arte del titolo è quella medica.
Tema impegnativo per una lettura estiva, ma il tono è scorrevole, le informazioni mediche, appropriate e accattivanti con il loro tono divulgativo, piaceranno molto agli ipocondriaci, che saccheggiano Internet per ogni malanno.

Opera prima di un autore svizzero, che è medico, e sa bene che in questa professione gli errori non hanno scusanti.

Link: Pensieri accesi


© Il Quotidiano del Sud (Ed. Irpinia), 23.07.2021

Letti per voi – Un libro per il week end


© Convenzionali, 23.06.2021

Libri
“Errore dell’arte”
di Gabriele Ottaviani

Così era la sua voglia, delicata e intensa…

Errore dell’arte, Petros Michalopoulos, Gabriele Capelli editore.

Giovane, medico, con una bella carriera dinnanzi, una famiglia che l’ama e che ama, una donna che ama e da cui è riamato, amici che lo circondano di stima e affetto.
Non gli manca nulla, eppure non è felice. Anzi, il disagio che lo attanaglia è via via crescente. Tanto che, per il protagonista, la soluzione pare essere una sola…

Trascinante e maestoso.

Link: Convenzionali


© Modulazioni Temporali, 23.06.2021

“L’errore dell’arte” di Petros Michalopoulos
Di Antonio Conte

“Cosa è giusto? Cosa è sbagliato? È stata colpa mia? Me la porterò a letto? È la ragazza giusta?”

E poi succede. All’improvviso, quando non te lo aspetti, quando sei dal barbiere che la sera devi uscire con gli amici per andare in discoteca, per una nuova rimpatriata con la famiglia di sempre, quella che ti sei scelta, quella che ti ha scelto. Stai lì che ti stai comprando una camicia azzurra, la commessa ti guarda, tu la guardi, è carina, e poi succede. Non puoi farci niente, non dipende da nessuno, non dipende da te. Sbam! Come il chiodo di Baricco in Novecento. Cade, non regge più il quadro. Straborda, precipita come un’auto al di là di un ponte, in volo libero.

Ineluttabile è la nostra vita, il nostro destino. Metti che sei un medico preparato che ha voglia di studiare e imparare, curioso nel proprio lavoro, curioso del mondo. Metti che hai una vita perfetta agli occhi degli altri, che poi non sono altro che il riflesso del nostro specchio personale. Metti che ti piacciono i fiori ma non vuoi fare il fiorista, hai solo ricordi belli. I nonni, che bella invenzione. Metti tutto questo, aggiungi il sorriso di una splendida donna conquistata con un aneddoto su Picasso, chiaramente inventato, e ti sentirai come Dario il protagonista de “L’errore dell’arte” (Gabriele Capelli Editore, pp. 280, euro 20).

Se solo trovassimo il coraggio di non essere sempre perfetti, la forza di essere fragili e l’orgoglio di essere insicuri, senza sentirci in difetto, tutto sarebbe più facile. E invece chi si ferma è perduto, non possiamo fare un passo falso. I binari, quelli preconfezionati che ci hanno cucito addosso, guai a uscirne.

Petros Michalopoulos ci racconta una storia di ordinaria routine per farci capire quanto siamo fragili e come alle volte basta davvero poco perché tutto cambi, perché il nostro personale chiodo cada e le nostre certezze si sgretolino sotto il peso di una vita modello, schiacciate dalle responsabilità e dai sensi di colpa.
Se solo ci guardassimo negli occhi. Se solo ci parlassimo.

Ma voi lo sapete qual è l’errore dell’arte?

Link: Modulazioni Temporali

One thought on “Petros Michalopoulos, “Errore dell’arte”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.