Home

In preparazione

cover-contadina-defi

Noëmi Lerch
La Contadina
12×16.5 cm, 128 pp

Traduzione dal tedesco di Anna Allenbach

Premio Schiller Terra-Nova 2016

Una ragazza sui 25-30 anni passa un anno in un paesino sperduto tra le montagne, dove il nonno, grande scalatore, aveva costruito una casa di vacanza per accogliere la nonna che veniva dall’altra parte del mondo.
La ragazza, l’io narrante, lavora presso una contadina che da sola gestisce una fattoria di montagna con qualche mucca, dei polli, un vecchio cavallo, un gatto e un po’ di terreno. La ragazza vive nella casa dei nonni, ormai trasandata, in compagnia del fantasma della nonna.

Il libro è scandito dalle stagioni, autunno, inverno, primavera, estate e autunno. Al ciclo della natura si aggiunge il ciclo della vita: nasce un vitello, muore un corvo… Nell’apparente immobilità del paesaggio e del contesto rurale, il tempo scorre e nessuno viene chiamato per nome, tranne le mucche, il gatto, il vecchio gallo del pollaio e un ragazzo del paese.

Sull’arco di un anno si intrecciano due mondi, uno concreto e uno onirico: la vita insieme alla contadina e gli abitanti del paese, il lavoro in stalla e sui campi; i ricordi, i desideri, i sogni, la convivenza con la nonna morta e il rumore dei sassi che franano nel ghiaione. Rumore che la nonna interpreta come di zoccoli di cavalli cosacchi che la richiamano in patria.

Così come il ghiaione: minaccia, richiamo, ma anche quasi clessidra, ogni luogo e personaggio del libro sembra essere costituito da una natura più complessa.
Noëmi Lerch definisce la contadina una specie di cardine tra mondo animale e mondo umano, tra natura e civilizzazione, tra vita e morte. Mentre l’io narrante si muove tra due vite che sembra non riuscire a conciliare.


Noemi Lerch, nata nel 1987 a Baden, Svizzera, ha studiato presso l’Istituto letterario di Bienne e l’Università di Losanna. È redattrice della rivista letteraria e di viaggio Transhelvetica, propone serate di lettura e musica con il duo Käser & Lerch ed è membro del Literaturbüro Olten.

 

One thought on “Noëmi Lerch, “La Contadina”

  1. Pingback: Un paio di cose non molto rilevanti – SebaMarvin.com ‒ Sebastiano Marvin Official Website

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...