Home

Sabato 9 aprile 2022
Premio Studer/Ganz – Premiazione e lettura pubblica
Con Sabina Zanini, vincitrice edizione 2021
Moderazione di Jacqueline Aerne
Ore 16.30
Casa della Letteratura per la Svizzera italiana
Viale Stefano Franscini 9
Lugano


Link prenotazione: CdL


PROGRAMMA

– Benvenuto della Casa della Letteratura

– Saluto di Ruth Gantert
Membro del Consiglio di Fondazione Studer/Ganz

– Laudatio di Jacqueline Aerne

– Incontro con Sabina Zanini in dialogo con Jacqueline Aerne

– Lettura di alcuni estratti a cura dell’autrice

La vincitrice del Premio Studer/Ganz 2021 è Sabina Zanini. Il concorso giunge alla sua quarta edizione nella Svizzera italiana. Il testo di Zanini è stato scelto fra i ventuno pervenuti da una giuria di esperti per la «voce narrante nitida» con cui «l’autrice costruisce la giornata tipo di un personaggio che volontariamente si esilia dai ritmi e riti della società contemporanea, rivendicando il diritto di chiamarsi fuori e rifiutando la logica imperante dell’apparire», indica la fondazione in un comunicato odierno. Zanini, classe 1972, di Sorengo, ha conseguito gli studi in Lettere moderne all’Università di Pavia e lavora come redattrice alla RSI.


Creato nel 2006, il Premio Studer/Ganz si rivolge ad autrici e autori esordienti che non hanno ancora pubblicazioni alle spalle. Il concorso letterario si tiene ogni due anni intercalandosi con quelli rivolti rispettivamente alla Svizzera tedesca e romanda.
La vincitrice o il vincitore sono pubblicati da Gabriele Capelli Editore (Mendrisio)


ESTRATTO
Le nuove conoscenze si possono evitare. Sono quelle vecchie a spaventarmi. Sentinelle del passato. Quante volte ho dovuto scantonare perché, a tradimento, mi si parava davanti qualche vecchio compagno di scuola o che so io. Mi imbarazza stare all’angolo della strada a raccontare in un minuto quello che è stato della mia vita. Posso solo dire ciò che ho fatto o che non ho fatto, ma le cose importanti e belle è meglio nasconderle, non voglio che me le calpestino. Meglio comunicare solo le avversità del destino. L’interlocutore si sentirà generoso nel simulare mortificazione. Un sentimento che si butta via alla prima svolta. Invece l’invidia per un successo cola nel profondo e fa germogliare cattivi pensieri e maldicenza. Una muffa dell’anima molto tenace.


Sabina ZANINI è nata a Lugano nel 1972; ha studiato Lettere moderne a Pavia. Dal 2003 è giornalista alla Radiotelevisione della Svizzera Italiana.

Jacqueline AERNE, è cresciuta ad Ascona e vive a Basilea. Dopo studi di Italianistica, Germanistica e Storia dell’Arte nelle università di Basilea e Bologna intraprende dal 1996 la carriera di traduttrice e di docente con incarichi nelle università di Basilea, Zurigo, Losanna e Tubinga. Dal 2016 al 21019 è stata inoltre la presidente dell’AdS (Associazione delle scrittrici e degli scrittori della Svizzera), in assoluto la prima traduttrice letteraria a ricoprire la carica.


Link: Casa della letteratura

Link: Fondazione Studer/Ganz


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.