Home

© prigioni/evasioni,RSI RETE DUE, 30.06.2020

“Dove nascono le madri”, Virginia Helbling
di Claudia Quadri

 

Esistono molte forme di prigionia, tante forse, quante sono gli esseri umani. Perché oltre ai luoghi fisici (dalla casa al carcere, alla fabbrica) che per infinite ragioni possono costringerci tra le loro pareti, ci sono prigioni senza muri che spesso contribuiamo a costruire e addirittura a mantenere. Piacevoli, perfino.
Nelle dieci puntate di questa serie dedicate a prigioni/evasioni, scopriamo autrici e autori svizzeri contemporanei che nei loro libri parlano di altrettante forme di prigionia, subite e inflitte, e degli sforzi per evadere, o al contrario, per rimanervi. Esordienti e nomi affermati, storie vere, verosimili o fantastiche, tutte avvincenti, tutte da scoprire. Dal giallo ispirato alla “donna più pericolosa della Svizzera” e condannata all’ergastolo, alla storia d’amore tra due camerieri in uno storico albergo sul lago di Brienz; dalla lotta di un ragazzo che cerca di salvare la fattoria di famiglia in un’estate di siccità, alla storia vera di Ganda, il rinoceronte indiano offerto nel 1515 al re del Portogallo – perché anche gli animali vivono molte forme di prigionia.

Link: prigioni/evasioni


cover helbling GCE defi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.