Home

Carlo Silini al Ciani e la Fondazione Studer/Ganz a Villa Saroli

Sabato 23 novembre 2019

17.00-18.00
FESTIVAL SCRITTORI 2019
Lo scrittore Carlo Silini dialoga con Mauro Rossi

Carlo-ritratto
Carlo Silini: autore e caporedattore culturale del Corriere del Ticino, è nato nel 1965 a Mendrisio e si è laureato in teologia a Friborgo. Ha all’attivo due opere ambientate nel ‘600: Il ladro di ragazze del 2015 e Latte e sangue del 2019.

cp-silini-provvisoria   Cover-silini-29-LS-GCE-defi

ex Asilo Ciani
Viale Carlo Cattaneo
Lugano
entrata libera
Link: festivalscrittori



Ore 18.30
Premio Studer/Ganz: La fucina delle nuove voci
Virginia Helbling e Alexandre Hmine in dialogo con Jacqueline Aerne

Casa della Letteratura per la Svizzera italiana
Villa Saroli
​​Viale Stefano Franscini, 9
Lugano
Organizzano:
Casa della Letteratura per la Svizzera italiana e STUDER/GANZ Stiftung
Link per Prenotazione obbligatoria

cover helbling GCE defi   cover-hmine-premio-svizzero-web

Attivo dal 2005 in Svizzera, da due edizioni il premio ha una sezione riservata all’italofonia che ha scoperto e poi affermato sia la scrittrice Viginia Helbling che Alexandre Hmine (premiato nel 2019 col Premio Svizzero di Letteratura). Entrambi saranno ospiti della Casa della Letteratura in un serrato dialogo per scoprire come la scrittura sia cambiata grazie a questa “fucina delle nuove voci” e per scoprire il dietro le quinte di questo prestigioso – quanto severo – premio che nel 2019 ha deciso di non assegnare alcun riconoscimento per la lingua italiana.

Virginia HELBLING è nata a Lugano nel 1974. Ha studiato lettere e filosofia all’Università di Friburgo e ha lavorato come giornalista.È madre di sei figli. Dove nascono le madri è la sua prima pubblicazione, sostenuta dalla Fondazione Studer/Ganz e da Pro Helvetia, Fondazione svizzera per la cultura. Nel 2016 ha partecipato alle Giornate letterarie di Soletta. Il romanzo è stato tradotto in tedesco per le edizioni bucherlese col titolo Am Abend fliesst die Mutter aus dem Krug.

Alexandre HMINE è nato a Lugano nel 1976. Si è laureato in Lettere all’Università di Pavia. È stato redattore per la RSI, ha collaborato col settimanale “Azione” e dal 2004 insegna italiano nelle scuole superiori del Cantone, dal 2011 presso il Liceo 1 di Lugano. Con il suo libro La chiave nel latte ha vinto il Premio Studer/Ganz 2017 per la miglior opera prima. Nel 2018 ha partecipato alle Giornate letterarie di Soletta. Nel 2019, sempre per lo steso libro, gli è stato conferito il Premio svizzero di letteratura. Protagonista di una tournée di letture, che lo ha visto impegnato due volte a Ginevra, poi a Coira, Winterthur e Ascona, nello stesso anno è stato anche invitato alla rassegna Book Pride di Milano e al Festival internazionale Incroci di civiltà a Venezia.

Jacqueline AERNE, è cresciuta ad Ascona e vive a Basilea. Dopo studi di Italianistica, Germanistica e Storia dell’Arte nelle università di Basilea e Bologna intraprende dal 1996 la carriera di traduttrice e di docente con incarichi nelle università di Basilea, Zurigo, Losanna e Tubinga. Dal 2016 al 21019 è stata inoltre la presidente dell’AdS (Associazione delle scritrrici e degli scrittori della Svizzera), in assoluto la prima traduttrice letteraria a ricoprire la carica.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.