Home

LEGGERE TUTTI N.108, DICEMBRE 2016

Madri per la prima volta
di LOREDANA SIMONETTI

Vincitrice del premio Studer/Ganz, per la migliore opera prima, Virginia Helbling nel suo romanzo “Dove nascono le madri”, affronta il difficile percorso nel diventare madri per la prima volta. La sua narrazione sembra descrivere quella che comunemente viene chiama “depressione post partum”, quando ci si ritrova improvvisamente con un esserino sconosciuto, cresciuto dentro la pancia, tanto vicino da confondere il suo battito del cuore con quello della mamma. La sensazione di inadeguatezza e di sorpresa colpisce ogni mamma alle prime armi e, alcune volte, neanche con l’aiuto di un compagno comprensivo si riesce a superare.
La protagonista, il cui nome è sussurrato solo verso le ultime pagine, rivela una fragilità esistenziale con la paura di perdere se stessa, le sue abitudini e il suo studio al pianoforte.
Erik, il suo compagno, suona il violino ed è spesso lontano per i suoi concerti: l’arrivo della piccola Helena è come un gioco che ha trasformato il monolocale in cui vivono.

“… non sa che vivendo a frammenti ci si perde, si smarrisce l’unità dei pensieri, la progettualità, la visione di sé a lunga gittata…”.

La piccola casa, isolata dalla grande città, con i profumi di una campagna incoltivata, favorisce lo stato malinconico della protagonista, tanto che durante la lettura si vorrebbe vederla reagire e contrastare questo stato d’animo vagante, alla ricerca di non si sa che cosa.
La mamma di Helena, per niente rassegnata alla trincea in cui si sente costretta dalle responsabilità di essere madre, cerca di riappropriarsi della sua libertà, assecondando il desiderio del corpo del vicino di casa, Riccardo, sulle false note di uno spartito musicale. Cambiare casa potrebbe sradicare questa sensazione di nullità da cui la mamma di Helena si sente travolta. Anche l’amica Victoria le dice di “rientrare tra le righe”, ma le righe sono una gabbia, una prigione soffocante.
Ed è proprio in quel momento che il cuore prevale sulla ragione nel ritrovare se stessa.

“Avevo il tempo tra le mani e cercavo la vita, ora che mi sembra che potrei afferrare la vita devo darmi tempo.”

Dove nascono le madri
Gabriele Capelli Editore, 2016
pp. 110, euro 13,50

Link alla rivista Leggere tutti

cover helbling GCE defi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...