Home

Biblioteca Braille e del libro parlato
Incontro con scrittrici e scrittori della Svizzera italiana

Serata con la scrittrice Virginia Helbling, autrice del libro “Dove nascono le madri”, Gabriele Capelli Editore, 2016

Mercoledì 12 aprile 2017
Ritrovo alle 17.30 presso la casa dei ciechi Ricordone, al terzo piano(Via Torricelli 45, 6900 Lugano).

Organizzato da Biblioteca Braille e del libro parlato della Unitas

Virginia Helbling vive a Giubiasco ed è mamma di sei bimbi.
La maternità è dunque pane per i suoi denti ma in questo romanzo viene presentata come un’esperienza durissima e destabilizzante, anche per l’ambiente, le persone care che dovrebbero condividere con la mamma questi momenti duri e dolcissimi. La mamma deve imparare tutto, il suo corpo cambia, fatto che non è sempre facile accettare. A casa tutto viene programmato in funzione della bimba e delle sue esigenze ma è quasi unilaterale questo impegno: il padre continua la sua vita e la sua professione indipendentemente da tutto. Sua compagna, in queste giornate, è la natura, il bosco dietro casa. Mentre diventa sempre più madre, cerca pure un modo per rinascere come donna, ascoltando i suoi bisogni. Zone d’ombra e zone scure che si superano con estrema fatica e volontà.

Con questo romanzo, l’autrice ha vinto il Premio Studer/Ganz per la migliore opera prima. Questa Fondazione ha lo scopo di promuovere la produzione letteraria nella Svizzera tedesca, romanda e italiana.

Virginia Helbling è una giovane scrittrice. Nata a Lugano nel 1974, ha studiato Lettere e Filosofia all’Università di Friburgo. Il suo più grande gioiello sono i suoi sei figli.

cover helbling GCE defi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...