Home

38esime Giornate Letterarie di Soletta

Virginia Helbling e Carlo Silini sono stati invitati alle Giornate letterarie di Soletta.
Ecco la lista dei loro appuntamenti:

Venerdì 06-05-16

Ore 15:00
Virginia Helbling
Lettura
Stadttheater Studio Arici
Moderazione: Paola Gilardi

Sabato 07-05-16

Ore 11:30
Virginia Helbling
Podio all’aria aperta alla Klosterplatz

Ore 15:00
Auteurs en dialogue
Avec: Noëlle Châtelet (FR) e Virginia Helbling
Palais Besenval Saal Altreu
Modération: Geneviève Bridel
fr/it

Ore 16:00
Carlo Silini
Lettura
Stadttheater Studio Arici
Moderazione: Paola Gilardi


Dove nascono le madri di Virginia Helbling
Gabriele Capelli Editore, 2016

cover helbling GCE defi

Il romanzo d’esordio di Virginia Helbling narra l’esperienza di una neomamma, destabilizzata di fronte alla trasformazione del proprio corpo e combattuta fra le costrizioni imposte dal nuovo ruolo, il bisogno di libertà e l’amore per la figlia. Mentre sperimenta la sua nascita come madre, cerca un modo per rinascere come donna, al di là dei cliché e anche grazie alla creatività musicale.

Estratto da «Dove nascono le madri»
È rotonda, calda, gialla e rosa. Sa di latte cagliato e di sonno. Ha gambe troppo gracili e la pancia gonfia: è un feto fuor d’acqua. Era parte di me nel ventre, intima e complice; ora questo esserino si allontana, lentamente si chiude alla mia comprensione e si fa mistero. Guardandola cerco di riorientare un universo che oggi ha cambiato il suo corso lasciandomi in sospeso a mezz’aria, fra il sogno e la realtà, in quell’aura senza tempo dove nascono le preghiere. E le madri.

Virginia Helbling, nata a Lugano nel 1974. Si è laureata in lettere e filosofia all’Università di Friburgo. Ha lavorato come giornalista per diverse testate ticinesi. È madre di sei figli. Con il romanzo «Dove nascono le madri» ha vinto il premio Studer/Ganz 2015 per la migliore opera prima.


Il ladro di ragazze di Carlo Silini
Gabriele Capelli Editore, 2015

Imposed Flat @ Impose ( Cop. Il ladro di ragazze 1b.pdf, page 1 @ Apogee Preflight )

Prendendo spunto dalla leggenda del mago di Cantone, che si diceva rapisse giovani donne per i suoi oscuri riti magici, Silini rievoca la realtà sociale, religiosa e popolare del Mendrisiotto e del Ducato di Milano nel Seicento. Il romanzo è documentato in modo acribico e coinvolge i lettori in un universo di intrighi, cacce all’uomo, errori giudiziari e in una storia d’amore dal sapore manzoniano.

Estratto da «Il ladro di ragazze»
Quanto sarebbe costato al negromante dover rispondere davanti a un giudice di rapimento di persona, violenza carnale e omicidio?
Poco.
Pagando, niente.
E poi quell’uomo spietato sapeva come funzionava il mondo e selezionava le vittime seguendo un criterio cinico ed infallibile.
«Mai prendere di mira le donne di un qualsiasi nobile casato. Meglio evitare le figlie delle famiglie borghesi. Per il resto, ogni ragazza è buona», spiegava al quartetto delle sue guardie.
Poco importa se la gente, da mesi, mormorava di rapimenti selvaggi lungo la pianura tra Mendrisio e Capolago.

Carlo Silini, nato a Mendrisio nel 1965, ha conseguito una laurea in teologia a Friburgo. È responsabile delle pagine di Primo Piano del Corriere del Ticino. Nel 2015 gli è stato attribuito il prestigioso Swiss Press Award. «Il ladro di ragazze» è il suo primo romanzo.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...